22011042293_42838658f7_z

Expo 2015 volano per il lavoro nel rhodense

Expo 2015 ha rappresentato e, in un certo qual modo, rappresenta – per quello che ne è scaturito in termini di visibilità e di infrastrutture – una grossa opportunità in tema di lavoro e occupazione per i cittadini del nord ovest della città metropolitana di Milano.
Ci si è mossi, per fortuna, tempestivamente per non perdere questo importante treno, specie in un periodo poco florido economicamente come quello attuale. Vari gli attori che hanno agito da ‘facilitatori per mettere in contatto Expo 2015 con chi era in cerca di lavoro. Tra questi c’è Sercop, consorzio nato per volontà dei comuni del rhodense per rispondere ai bisogni sociali del territorio e a cui partecipano i Comuni di Arese, Cornaredo, Lainate, Pero, Pogliano, Pregnana, Rho, Settimo, Vanzago e Nerviano, che si sono adoperati per agevolare i propri cittadini nella ricerca di lavoro in vista dell’apertura di Expo 2015.
Un importante tassello è stato la firma del protocollo d’intesa, per la regolarità e la sicurezza nei cantieri di Expo 2015, siglato nel 2012, che ha previsto l’assunzione del 10% dei lavoratori attinti dalle liste di personale in cassa integrazione o disoccupato.
Senza dimenticare l’interazione tra enti e società organizzatrice. Nei mesi precedenti all’evento, si sono tenuti vari incontri tra le istituzioni e la società Expo 2015 per parlare concretamente di lavoro e occupazione. E proprio a Rho si è tenuto un evento importante, dal titolo ‘Lavoro e opportunità verso Expo 2015′, durante il quale la società Expo 2015 si è soffermata sulle possibilità di impiego, direttamente per Expo e attraverso i vari padiglioni e le varie gare di appalto dei servizi, e che tra gli invitati ha visto anche le società vincitrici delle gare di appalto per il lavoro e il volontariato, Manpower e Ciessevi.
E’ stata un’opportunità enorme anche per i giovani che, attraverso il volontariato, hanno potuto rapportarsi con una realtà di dimensioni mondiali come Expo 2015. Il padiglione dell’Unione Europea ha offerto a tutti i giovani europei l’opportunità di partecipare attivamente a Expo 2015, contribuendo alle sue attività e vivendo un’esperienza unica nel suo genere. A tal proposito, il Comune di Rho, in collaborazione con Ciessevi, ha attivato una serie di iniziative a favore degli studenti delle scuole del territorio rhodense, per promuovere la loro candidatura come volontari proprio nel padiglione dell’Unione europea e seguirli nel percorso di orientamento. Tutti i volontari hanno ricevuto un attestato spendibile come certificazione di competenza nel loro percorso professionale. Insomma, le fondamenta sono state poste, ora occorre rimboccarsi le maniche e mettere a frutto l’eredità ricevuta.

[Nella foto, il cantiere di Palazzo Italia da http://expo2015notizie.it]

Condividi su
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Lascia un commento

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment
avatar